Regolamento Premi Partners Giuria Appuntamenti Chi siamo

Alcuni suggerimenti: la sequenza fotografica

Cos’è ?
Si tratta di realizzare una sequenza di 3 fotografie sul tema oggetto del concorso (uno dei due percorsi a scelta). Sequenza vuol dire che le foto devono formare un’unità, sono inseparabili. Lo spettatore deve subito percepire l’aria di famiglia, il filo che le lega.

Che tipo di sequenza?
La sequenza può dar luogo a una gamma di variazioni:
- variazioni temporali (epoche, momenti del giorno e della notte)
- variazioni d’angolo e di scala
- variazioni di punti di vista
- variazioni d’intensità, di ritmo, di nitidezza

La sequenza può raccontare una storia, essere un racconto:
- 3 foto, cioè un inizio, un culmine e una fine
- 3 foto, cioè un ritratto di famiglia
- 3 foto, cioè una vita descritta attraverso i suoi luoghi, gli oggetti
- 3 foto, cioè un viaggio in tre tappe

La sequenza può esprimere un messaggio:
- 3 foto, come un trio di simboli
- 3 foto, come gli indizi di un enigma, un’indagine
- 3 foto, come le testimonianze, le tracce di un evento
- 3 foto, come un’equazione impossibile
- 3 foto, come un messaggio in codice, un rebus.
- 3 foto, come una bottiglia nel mare.

La sequenza può essere espressione di una sensibilità poetica:
- 3 foto, come dei versi in rima
- 3 foto, come uno slam fotografico
- 3 foto, come i pezzi di un puzzle che si cercano e si respingono
- 3 foto, che fanno vedere quello che gli altri non vedono

Il titolo e le didascalie
Potrete optare tra:
- un titolo e un sottotitolo per l’intera sequenza
- un titolo per la sequenza e una didascalia per ciascuna delle tre foto

Titolo e didascalie a corredo della sequenza saranno in italiano, ma non dimenticate di mettere informazioni equivalenti (o la traduzione letterale) in francese  

Andate a vedere le loro foto sulle periferie
Perché non cercare un po’ di ispirazione dai loro scatti?
- Mohamed Bourrouissa : Périphériques
- Denis Darzacq Bobigny , Ensembles
- Marion Poussier : Ils habitaient au 61 rue d’Avron (squat)
- Giacomo Costa
- Franco Mapelli
- Ressources urbaines
- Da una periferia a un'altra

In associazione con
Sponsor
Con il contributo di

Con il patrocinio di

Media partner
Con la partecipazione di